PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIO OCCUPAZIONALE

Alla base del buon funzionamento dei percorsi di protezione sociale sta il lavoro propedeutico e finalizzato all’inclusione socio lavorativa delle persone prese in carico.
Le attività volte ad accompagnare verso l’autonomia hanno l’obiettivo di orientare e affiancare i destinatari nella scelta di un settore lavorativo a loro congeniale secondo le proprie competenze e capacità professionali (interessi, attitudini, potenzialità, e motivazione). Con il supporto dei Centri per l’impiego verrà definito il percorso individuale più adeguato per le persone, favorendo l’incontro della domanda e dell’offerta lavorativa. La realizzazione dei tirocini formativi e dei corsi di formazione avverrà in seguito all’orientamento preliminare ed avranno l’obiettivo di far acquisire competenze pratiche e professionali specifiche e spendibili nel mercato del lavoro.
Trasversalmente alle singole caratteristiche territoriali, le misure di inserimento socio-lavorativo prevedono l’attivazione di: tutor di intermediazione lavorativa; Centri Territoriali per l’Impiego; formazione pratica in impresa in collaborazione con aziende/cooperative ed associazioni di categoria, in modo da facilitare l’acquisizione di un’esperienza professionale spendibile nel mercato del lavoro.

Il progetto toscano SATIS, in accordo con altri sistemi antitratta regionali, ha avviato “MadeinEthicalItaly”, un’attività per la promozione di accordi con aziende e associazioni di categoria, per la promozione di una cultura della legalità e di nuovi percorsi e strumenti che permettano di valorizzare il comportamento etico d’impresa.
L’azione di sistema “progetto Regione Toscana” per il sostegno della fase di autonomia per le persone in uscita dai programmi rappresenta uno strumento forte per l’operatore che accompagna l’utente; con questa particolare opportunità, in accordo con i servizi sociali del territorio che accoglierà il nuovo abitante, vengono determinati contributi economici per la formazione, l’abitazione e le spese di prima necessità che la persona dovrà sostenere nei primi mesi.

Il sistema SATIS si muove sul territorio di concerto con il sistema dei servizi socio assistenziali. Da questo punto di vista la Regione Toscana ha voluto fornire il proprio supporto agli enti locali e alle persone che al termine del proprio programma di protezione sociale, si accingono ad iniziare una nuova vita in autonomia e in questa fase saranno accompagnati dai servizi sociali del territorio.