COSTRUIRE INSIEME UNA RETE SOCIALE

Il tema delle collaborazioni è un argomento che ci sta molto a cuore perché siamo convinti della necessità di costruire una rete condivisa tra operatori che, rispecchiando la filosofia di SATIS, affrontino il tema delle vittime di tratta e/o sfruttamento con un approccio fondato sulla centralità della persona, la tutela dei diritti umani e la riduzione del danno. Una rete che possa contribuire alla condivisione di esperienze, buone pratiche, formazione, eventi e tutto ciò che può essere utile per contrastare le nuove schiavitù.

Per chi desidera partecipare al nostro progetto può inviare una mail a: retesociale@satistoscana.org

  • SFRUTTAMENTO DEL LAVORO, IN AUMENTO L’EMERSIONE DEI CASI

    in 10 mesi le notizie di reato aumentate grazie ai nuovi e più ampi strumenti legislativi introdotti dalla Legge del 2016…

  • LA TOSCANA CONTRO IL CAPORALATO

    Comincia a dare i suoi effetti la decisione di negare i contributi (o recuperarli se già erogati) a chi si macchia di questo reato.

  • HUMAN TRAFFICKING MUST STOP

    Una fiction contro la tratta realizzata da un gruppo di giovani nigeriane/i

  • L’OBA CONTRO IL TRAFFICO DI ESSERI UMANI

    L’oba ha chiesto ai “medici nativi” di revocare i giuramenti già posti della vittime di tratta svicolando così le donne dalle maledizioni poste in essere dai riti celebrati. Una notizie che interessa tutte le giovani donne nigeriane giunte in Italia negli ultimi anni e costrette alla prostituzione.

  • LA CONDIZIONE DI VITTIMA

    Una ricerca a cura del Dr. Paolo MARINARI Resp. U.F. Salute Mentale Adulti ASL Nord Ovest Zona Pisano.